Conosci veramente i tuoi ospiti?

Potrà sembrare banale, ma identificare il tipo di ospiti che soggiorna nella tua casa vacanze è uno step fondamentale per poter offrire loro la migliore esperienza di soggiorno possibile. Avere a che fare con ospiti scontenti e insoddisfatti non è mai piacevole, ancor più se c’è il rischio che lascino una recensione negativa. Ecco quali sono le principali categorie di viaggiatori e come anticipare i loro bisogni per prevenire eventuali lamentele.

  • I pensionati: si tratta solitamente di persone tranquille, che vanno in vacanza allo scopo di rilassarsi. È improbabile che arrechino danni alla proprietà o che facciano confusione, tuttavia possono essere piuttosto esigenti riguardo alle dotazioni dell’appartamento. Assicurati che sia tutto pulito alla perfezione, che la cucina sia ben attrezzata e che non manchi nulla di indispensabile. Quello che questi viaggiatori cercano, specialmente se in età, è il comfort della loro casa;
  • Le famiglie con bambini e/o animali: sono tra le tipologie di ospiti più rumorosi e che hanno maggiore probabilità di causare piccoli danni alla tua casa vacanze. I bambini hanno la tendenza a toccare qualsiasi cosa, con il rischio di rompere gli oggetti più fragili, mentre gli animali domestici, specialmente se non bene addestrati, potrebbero rovinare mobili e tappeti. In questi casi, stabilisci una cauzione più elevata e restituiscila solo dopo aver controllato che tutto sia in ordine dopo il checkout. E se sei ancora indeciso se rendere o meno la tua casa pet friendly, leggi qui  quali sono i pro e i contro;
  • Le coppiette: un po’ come i pensionati, anche le coppiette scelgono di andare in vacanza per fuggire dalla città e visitare i dintorni, e tendono quindi ad essere degli ospiti tranquilli. Potrebbe capitare, però, che la coppia in questione sia particolarmente rumorosa o disordinata. In tal caso, puoi far presente loro le  regole della casa e chiedergli di rispettare dei periodi di quiete nel riguardo del vicinato;
  • I viaggiatori d’affari: chi viaggia per lavoro tende a non spendere molto tempo in casa, è spesso fuori tutto il giorno a seguire incontri e conferenze d’affari e consuma i pasti al ristorante. Se i viaggiatori d’affari utilizzeranno meno la cucina, è però molto probabile che si portino il lavoro a casa. Assicurati di avere una  buona connessione Wi-Fi, requisito più che fondamentale per questa categoria di ospiti;
  • I millennials: ovvero i ragazzi sotto i 30 anni. Quello che questi ospiti cercano è una cosa sola: il risparmio. Non badano particolarmente alle pulizie fatte in maniera impeccabile o se in cucina manca il frullatore ad immersione, sanno adattarsi a quello che c’è. Se il posto è carino e non costa troppo, hai già fatto centro. A meno che non ci sia il Wi-Fi! ;
  • I gruppi di amici: il terrore di ogni proprietario! Gruppi di ragazzi che cercano grandi spazi in cui divertirsi, organizzare feste e “fare casino”. È quello che ci si aspetta da questi ospiti, specialmente se molto giovani, no? Se anche il tuo timore è quello di ritrovarti con l’appartamento devastato, assicurati di chiedere un  deposito cauzionale adeguato, ma ricordati che non tutti i gruppi di amici sono confusionari!

Certo, non tutti gli ospiti appartenenti a queste categorie si comportano allo stesso modo, ma avere un’idea della tipologia di comportamento che spesso adottano queste persone ti aiuterà ad interfacciarti al meglio con loro e a prevenire i loro bisogni per offrirgli un soggiorno senza pensieri!

Come NON far vivere ai tuoi ospiti un soggiorno da brivido<< >>Trieste Reception: la nuova sede in Via Trento 15a

Leave a Reply

Your email address will not be published.